In servizio civile con Apurimac

icona servizio civile

Servizio Civile_con_Apurimac

In data 24 maggio è stato pubblicato il Bando 2017 per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile in Italia e all’estero.
Scadenza: 26/06/2017 – Ore 14:00

 

Se sei una ragazza o un ragazzo tra i 18 e i 29 anni non compiuti alla data di presentazione della domanda (anche se hai assolto gli obblighi di leva) puoi svolgere il Servizio Civile Volontario.

 

Come soci FOCSIV interpretiamo il servizio civile come un’esperienza concreta nella solidarietà internazionale che ha l’obiettivo di stimolare un senso di cittadinanza attiva nei giovani volontari. Questo è lo spirito che si desidera rimanga alla base dell’impegno anche di chi, successivamente, lavorerà nel settore della cooperazione internazionale, in Italia o all’estero.

 

Cerchiamo:

 

    • 4 volontari per il nostro progetto in Italia. Di seguito la scheda sintetica: 

 

 

    • 2 volontari per il nostro progetto in Perù. Di seguito la scheda sintetica:

 

 

Scopri come candidarsi scaricando questa scheda: 
Come Candidarsi Servizio Civile 2017

 

Allegati da inviare insieme alla documentazione richiesta:

 

 

Nella pagina www.serviziocivile.gov.it/menusx/bandi/selezione-volontari/bandoord2017/ è possibile approfondire tutte le schede progetto e scaricare la modulistica da utilizzare per inviare la propria candindatura

 

Nota bene: È possibile candidarsi ad un solo progetto.

 

Pubblicato in NEWS, Senza categoria

Diventa volontario pePERUncino 2017

peperuncino 2017_di copertina

BANNER SITO

 

DIVENTA VOLONTARIO pePERUncino 2017
Il 10 e l’11 Giugno scendi in piazza e contribuisci alla difesa di un diritto fondamentale: IL DIRITTO ALLE CURE
Con pePERUncino, da oltre 5 anni, raccogliamo fondi a sostegno del programma socio – sanitario che realizziamo nella regione andina
dell’ Apurimac in Perù. La nostra clinica mobile e i nostri dottori ogni anno riescono a raggiungere i villaggi più isolati e a curare circa 6000 persone, che a causa dell’isolamento geografico non possono accedere ad ospedali e cliniche.

Nel 2016 sono scesi in piazza 400 volontari.
Abbiamo distribuito 6.000 piantine e raccolto circa 40.000 euro.
Diventa volontario pePERUncino e fai arrivare la solidarietà a 4000 metri. Puoi farlo in due modi:
1) Organizza il tuo banchetto pePERUncino 2017. Trova il posto adatto nella tua città, coinvolgi i tuoi amici. Penseremo noi a spedirti le piantine e tutto il necessario. Sarà un week end diverso e divertente all’insegna della solidarietà!

2) Supportaci nei nostri banchetti. Siamo in tutta Italia. Scopri il banchetto più vicino a casa tua. Sarà un modo per conoscere nuove persone e dedicare un pò del tuo tempo al Perù! 
bottone_peperuncino_2017_b
COMPILA IL FORM QUI SOTTO:

 

Diventa volontario pePERUncino 2017

 

base_peperuncino_b_c

Pubblicato in NEWS

Campagne sanitarie 2017

immagine in anteprima

 

Unità mobile

La nostra Unità Mobile è pronta per le Campagne Sanitarie itineranti del 2017. Di seguito pubblichiamo le prime tre campagne e le località coinvolte:
 

  • APRILE 2017: 13 (partenza),14,15,16,17,18,19, 20 (rientro) – Distretto di Chuquibambilla, Provincia di Grau
  • MAGGIO 2017: 22 (partenza),23,24,25,26,27,28, 29 (rientro) – Distretto di Curauasi, Provincia di Abancay
  • AGOSTO 2017: 15 (partenza), 16,17,18,19,20,21, 22 (rientro) – Huanipaca, Provincia di Abancay
  •  

Volontari in partenza aprile 2017:
 

Simone Pintimalli – medico  neolauretao

Vittoria Tani – Biotecnologo medico

 

Approfondisci il progetto cliccando qui : SCHEDA PROGETTO

 

Per info sul progetto potete contattarci alla mail progetti@apurimac.it

 

 

Pubblicato in DAI PROGETTI, NEWS

Corri con Apurimac Onlus

borntoruninevidenzabis
Pubblicato in NEWS, Senza categoria

Dona ora per la casa del volontario – Perù

casadelvolontario

casadelvolontariopostsito

La vera forza di Apurimac sono i volontari che, come voi, ci sostengono instancabilmente. Medici, infermieri, uomini e donne impegnati nella difesa del diritto alle cure. Un diritto che dovrebbe essere garantito a tutti e dovunque. A 4000 metri di altezza molti non hanno la possibilità di curarsi a causa dell’isolamento geografico. In molti casi raggiungere il primo ospedale significa percorrere 12 ore di strada o giorni di cammino. La Casa di Cusco accoglie sia volontari che pazienti in condizioni critiche, i quali, individuati dai nostri operatori, sono sottoposti a visite specialistiche ed interventi.

 
INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE PREVISTI NEL 2017

 

• Copertura del patio esterno per evitare che il sole danneggi l’unità mobile

(camion-ambulanza) e gli altri veicoli

• Riparazione di alcune pavimentazioni interne

• Tinteggiatura pareti interne ed esterne ed intonaci

• Lavori elettrici sulle utenze acqua e luce

 
OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE 7.000 euro = 25.000 NUEVO SOL PERUVIANO

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in NEWS

Henry – storie dal Kenya

immagine in evidenza

kenya_apurimac_onlus

Oggi vi raccontiamo una storia. Una delle tante che incontriamo nei nostri progetti. Siamo in Kenya, a Kisumu, 350 km da Nairobi.   Lei si chiama Henry ed ha 60 anni. Ha 3 figli e oggi si prende cura anche di 2 figli affidati a lei.

 

Una delle figlie sta a casa. Non ha potuto studiare perché non avevano abbastanza soldi per pagare la retta scolastica. Oggi è adulta, non ha imparato un mestiere e ha pertanto limitate possibilità di trovare un lavoro. Aiuta la madre nella serra. Vorrebbe fare la scuola per infermiera  per malati di HIV. È una professione molto richiesta, ma la scuola, formazione riconosciuta solo presso le scuole governative sanitarie, costa 2.000 – 2.500 euro.

 

La stagione secca ha reso il suo lavoro nella serra molto faticoso. Bisogna prendere l’acqua nel vicino pozzo, fornito dal progetto. Il pozzo è a pompa manuale e per arrivarci bisogna percorrere una strada lunga o un percorso tra fossi e recinsione spinata. Inoltre le taniche devono essere poi versate dentro la cisterna, con l’imbocco molto alto, ai lati della serra che poi irriga le piante. L’approvvigionamento dell’acqua è un’attività troppo faticosa per una donna anziana. Henry paga un giovane che la aiuta.  La pompa è un grande aiuto per l’approvvigionamento dell’acqua, ma non è sufficiente per tutte le persone dell’aerea che ne hanno bisogno. Spesso ci sono lunghissime file e tra la cura dei prodotti e l’irrigazione, le serre richiedono tutta la giornata di lavoro.

 

Il lavoro dei campi all’aria aperta è meno faticoso perché si prepara il terreno, si semina e non si fa altro che aspettare che nascano i frutti per raccoglierli. Ma si possono seminare solo durante la stagione delle piogge (all’aria aperta non si può innaffiare perché l’acqua evapora velocemente, bisognerebbe innaffiare continuamente con grande investimento di energia e risorse economiche). La serra rende molto di più perché dà frutti in ogni mese, non si deve seguire la stagionalità e innaffiando si hanno sempre prodotti.   La serra è vicina al raccolto. è coltivata con pomodori. Il primo raccolto ha dato meno frutti e di minori dimensioni. Stavolta sono venuti tanti pomodori e molto grandi.   Con il guadagno del primo raccolto ha comprato dei polli, che danno uova e hanno fatto anche i pulcini. Con il guadagno del prossimo raccolto vuole comprare una capra o una mucca, per il latte.   Negli orti all’aria aperta coltivano: miglio; mais, sorgo, fagioli.   Nelle serre coltivano: pomodori; cavolo; cavolo riccio; spinaci.

 

Con il ricavato dalla vendita dei prodotti riesce a comprare gli altri alimenti che servono per il fabbisogno della famiglia: zucchero; olio per cucinare; latte; riso; sale; pesce. E anche indumenti, e soprattutto paga parte delle rette scolastiche dei due bambini che accudisce. Riesce a pagarne solo parte perché per pagarle tutte non basta. Serve trovare altri modi per integrare le risorse economiche

 

 

Un estratto delle interviste alle beneficiare del progetto concluso “TERRA A RESPONSABILITÀ CONDIVISA: AGRICOLTURA PERI-URBANA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI KISUMU”. Le interviste sono state realizzare dalla nostra Responsabile Area Programmi Ilaria Orlandi durante l’ultima missione –  gennaio 2017 

Pubblicato in NEWS

In Kenya per 3 anni

kenya_sito.

kenya articolo

Il nuovo anno si apre così, con un viaggio di lavoro in Kenya per avviare il nuovo progetto finanziato dalla Fondazione Vismara. Il progetto intende sviluppare un programma a sostegno dello sviluppo economico e sociale delle donne vulnerabili, attraverso corsi di formazione professionale in ambito agricolo e l’avviamento di attività generatrici di reddito, al fine di promuovere un modello di sviluppo inclusivo, equo e sostenibile. Durerà 3 anni e avrà come beneficiari 150 donne e 450 bambini di Kisumu, cittadina che sorge sulle rive del lago Vittoria.

 

Andiamo a rafforzare la strategia d’intervento nella zona già avviata da Apurimac onlus e che ha prodotto grandi benefici per la comunità locale.

Il Kenya si trova al sesto posto tra i paesi più poveri, secondo l’Indice di Povertà Estrema. Per la cultura locale Luo le donne sono escluse da posizioni di leadership poiché considerate naturalmente prive di qualità direttive e decisionali. Sono limitate per cultura e per situazione economica locale nell’accesso al lavoro. La vedovanza aggrava la situazione della popolazione femminile: le donne vedove che rifiutano di sposare un altro membro della famiglia dello sposo defunto (di norma un fratello), vengono emarginate dalla comunità. Noi lavoriamo con loro, donne di fasce vulnerabili, soprattutto vedove, per offrire un’opportunità che possa favorire una vita dignitosa per loro e per i loro figli.

 

Non diamo il pesce, insegniamo loro a pescare.

 

Insegneremo alle donne a lavorare la terra nelle serre comunitarie che sono state costruite da Apurimac nel 2016. Le donne impareranno a produrre frutti e ortaggi e, riunite in Cooperative, agevoleremo l’inserimento dei loro prodotti nel mercato locale. Così avranno la possibilità di impegnarsi, lavorare, guadagnare e prendersi cura dei propri figli.

 

Parallelamente distribuiremo pacchetti nutrizionali per 450 bambini. Pacchetti composti da mais, riso olio, cereali, zucchero e fagioli, per integrare la dieta dei bambini e favorirne un sano sviluppo. Diamo un’opportunità, nulla più. Eppure per fare questo in Kenya serve un progetto di cooperazione. Servono Associazioni, ONG, Fondazioni, persone che da un Paese lontano pensano anche a loro. Persone che pensano che tutti meritano un’opportunità, ovunque siano, ovunque siano nati.

 

Ilaria Orlandi

Responsabile Area Programmi

Pubblicato in DAI PROGETTI, NEWS

Consulente Sportello Orientamento al Lavoro

Job_vacancy_apurimac_onlus

 

Tor bella Monca_apurimac _Onlus

Nell’ambito del progetto realizzato da Apurimac Onlus sul territorio di Tor Bella Monaca a Roma, negli spazi della Parrocchia di S. Rita, a favore dei diritti dell’infanzia e del supporto alla genitorialità, si ricerca un consulente di orientamento al lavoro.

Scarica la J.D.: Consulente-Sportello-Orientamento-al-Lavoro

Pubblicato in NEWS, Senza categoria

Un anno con Apurimac

banner calendario

Sostienici attraverso il nostro calendario 2017

Invia la tua donazione per ricevere a casa  “Un anno con Apurimac“.

All’interno le foto scattate dai nostri collaboratori e  fotografi  nei progetti in Perù ed Africa e tutte le novità del 2017.

 

 

 

 

 

Pubblicato in Senza categoria

Mercatini di Natale

banner interno mercatino di natale

 

Scopri dove siamo:

> Lista Mercatini di Natale

 

Nella gallery alcune idee regalo che troverai nei nostri  mercatini di Natale.

 

Per maggiori informazioni contattare

Luca Natale: l.natale@apurimac.it 06/45426336

Pubblicato in Senza categoria