Partenza alla madrugada

ICONA _ ARTICOLO _simone_VOLONTARIA

Simone_medico_volontario_apurimac_Onlus
Partenza alla madrugada, il primo giorno ci aspettano dodici ore di strada a strapiombo, sei su asfalto e sei senza. Siamo 16 persone, ci muoviamo con la camionetta e due pick up toyota, ci aspetta una settimana di convivenza e di condivisione del lavoro quanto del tempo libero. “Gracias por compartir”. Le tre comunità scelte per la campagna sanitaria sono Santa Rosa, Totora e Mamara, comunità nelle quali si vive dell’essenziale, del lavoro nell’orto e della socialità che i due unici luoghi di aggregazione, la piazza e la chiesa, permettono.

 

Arriviamo a Santa Rosa verso le 19.00. Il signor Wenceslao, dopo averci lasciato un po’ a noi stessi, abbandonati nel Puesto de salud sotto un bel diluvio, ci ha comunicato che, volendo stare insieme e non essendoci la possibilità di farlo in un ostello perché ci avevano riservato solo 10 posti, avremmo potuto dormire al terzo piano del municipio: un salone sgombro di mobili adatto ad accogliere tutti i nostri 16 colchones, i nostri zaini e le casse contenenti tutto il cibo, vettovaglie, cucina a gas e un bel po’ di salsicce a riposare su una sedia. Perfetto, decidiamo insieme per il terzo piano del comune, scarichiamo tutto il nostro carico dal camion, tutti a lavoro, nessuno si esime, tutti si impegnano e si mettono in gioco, è bello così; alla fine siamo distrutti, tra viaggio, incertezze e scarico del camion ci restano solo le energie per scambiare due chiacchiere, fare un piatto di pasta e metterci a dormire; sappiamo tutti che domani ci aspetta il primo giorno di lavoro.

 

Sveglia alle 6, colazione sostanziosa, e ci dirigiamo verso il posto di salute. C’è già la fila di apurimegni ad attenderci. Mini reunion organizzativa e conoscitiva con i responsabili del posto di salute e via, si parte a lavorare; tutte quelle persone che ieri scaricavano casse e materassi adesso si mettono ai vari servizi di triaje, medicina generale, odontologia, infermeria e farmacia. Inizia quindi la routine lavorativa che per sei giorni vedrà impegnato me a visitare 30-40 persone e tutti gli altri, ognuno a fare il proprio lavoro, dalle 8-9 del mattino alle 8-9 la sera. Giorno per giorno diventa sempre più difficile riprendere a lavorare, spostarsi con il camion, caricare e scaricare, cucinare sapendo poi che il momento nel quale dobbiamo trovare le maggiori energie è ovviamente quello del contatto con i pazienti; certo, siamo qui per questo. Siamo qui per dare un piccolo aiuto a queste comunità dimenticate dall’asfalto e che sentono fortemente il bisogno di essere accompagnati, di sapere che, fuori dalla loro comunità, c’è qualcuno che pensa anche a loro, “che gli porta i medici italiani”; credo che la nostra attività porti, oltre al contributo medico, un contributo morale e una speranza, “Dottore, quando ritornerete?” mi chiedevano sempre. Certo, anch’io credo che “chi di speranza vive, di speranza muore” come a dire che è sempre bene rimboccarsi le mani e darsi da fare, ma allo stesso tempo nel momento in cui si hanno pochi mezzi anche per darsi da fare e ci si sente abbandonati come in queste comunità, contribuire a creare un clima di speranza e di piacevole attesa è sicuramente un apporto positivo al loro quotidiano.
 

Mi piacerebbe inoltre porre l’accento sul momento della visita medica che mi trovo a fare. Non è molto diversa da quelle che si fanno in Italia, una visita medica è sempre una visita medica, le persone vengono con le medesime paure, i medesimi dubbi e, quasi, le medesime patologie, se non per un tasso molto elevato di patologie parassitarie e gastrointestinali. La cura e l’incontro, punti cardine della consulta, non sono cose scontate e semplici da conseguire, sono però ambo necessari per la buona riuscita della visita medica e del rapporto di collaborazione medico paziente. Mi ritrovo a visitare persone di cui non conosco le abitudini, la quotidianità, le passioni e, nella maggior parte dei casi, la lingua, ahimè, sia perché qui in Apurimac molto persone non parlano il castellano ma il quechua, lingua molto diversa dallo spagnolo che però comprende le parole “papi, mami, ciao e grazie” che almeno mi fanno sentire a casa, ma anche perché, diciamola tutta, il mio castellano è veramente obbrobrioso (mi è scappato un habemus durante una visita che proprio non so da dove mi sia uscito). Devo dire però che, oltre al “papi, mami ciao e grazie”, a farmi sentire a casa c’era anche una sottile presenza, nascosta dietro tutte queste diversità, che mi ricordava tanto il meridione, più precisamente la mia Calabria, filtrata dai racconti d’infanzia di mio nonno, di mia madre e da alcune realtà che tutt’oggi esistono è che sono specchio di quello che vedo oggi in Apurimàc: le umanità apurimegne, della chakra (il campo), della cucina, del mercato, del lavoro e anche della maggiore simbiosi con gli animali: cani, capre, cavalli. Per cui riflettendomi su questi piccoli specchi, che non so se completamente fuori luogo oppure se contenenti del vero, mi è parso di trovare sempre più la strada giusta verso l’incontro terapeutico, che si crea quando due persone entrano in contatto e in sintonia, che è difficile trovare in mezzo a queste apparenti diversità, in fondo siamo tutti umani, con stesse paure, problemi e sofferenze e anche medesimi desideri, passioni e felicità. Incontrarsi è rigenerante per ambo le parti, medico e paziente, e se ci mettiamo la medicina giusta, che può essere semplicemente un consiglio su come “descansar despues del trabajo en la chakra ponendo un almhoada abajo de coccix” o un antibiotico, otteniamo efficacia terapeutica.
 

Simone Pintimalli
Medico volontario in missione

 

APPROFONDISCI IL PROGETTO

“DIRITTI UMANI E SANITÀ’: FORMAZIONE E PREVENZIONE A SUPPORTO DELLE COMUNITÀ RURALI DELL’ALTO APURIMAC “

 

 

Pubblicato in DAI PROGETTI, NEWS

Incontro Nazionale Apurimac

ICONA3_SITO

HOME_2INCONTRO NAZIONALE APURIMAC

 

Sarà l’occasione per festeggiare il 25° compleanno di Apurimac

e per conoscere i nostri progetti e il programma di volontariato.

 

il-programma_VOLONTARI APURIMAC

ll 22 settembre sarà dedicato al programma di volontariato e al progetto di Servizio Civile Internazionale: laboratori, simulazioni e colloqui per i candidati alle missioni del 2018. Il 23 settembre lavoreremo insieme in un workshop partecipativo e ascolteremo testimonianze ed approfondimenti dai nostri progetti in Perù, Kenya ed Italia . Il 24 settembre percorreremo 25 anni di solidarietà e volontariato. Saremo ospiti della Parrocchia Santa Rita, in Via Acquaroni, 71, 00133 Roma, dove nel 2016 abbiamo avviato lo Spazio Infanzia di Tor Bella Monaca, il nostro primo progetto in Italia a favore di bambini e famiglie.

 

Per facilitare l’organizzazione dell’incontro è pregata l’adesione entro il 18 settembre 2017 inviando una mail a volontari@apurimac.it con oggetto “Incontro nazionale 2017.

 

Nella mail indicare:

 

- nome e cognome dei partecipanti;

- cellulare; i giorni che si intende partecipare ( 3-2 o 1);

- partecipazione con pernottamento o senza;

- eventuali esigenze alimentari.

 

Il contributo richiesto a persona per la partecipazione all’intero incontro è:

 

- stanza multipla in condivisione con altri volontari 50 euro;

- stanza doppia 80 euro; stanza singola 100 euro;

- partecipazione senza pernottamento (laboratori e pasti) 30 euro.

 

Per completare la prenotazione è necessario versare il contributo entro il 10 settembre 2017, mediante bonifico bancario c/c n. 1000 – 6473 Banca Prossima intestato a: Associazione Apurimac Onlus – IBAN IT 75 I 0335901600100000006473 indicando la causale: Incontro Nazionale 2017.

 

Pubblicato in NEWS, Senza categoria

Servizio Civile 2017

servizio_civile_anteprima

Servizio_Civile_ApurimacOnlus

APURIMAC – Cusco (117879)

Le selezioni si svolgeranno presso la sede di APURIMAC – Via Acquaroni, 71 – Tor Bella Monaca – ROMA

 

il giorno 12/07/2017 alle ore 14.00 sono convocati i seguenti candidati:

 

  • MARCO AURELIO BENEDETTI,  nato il 17/01/1989
  • MARCO VINICIO CESARI, nato il 16/06/1992
  • VERONICA CORRADI, nata il 17/01/1989
  • GIOVANNI MARCO MAGGIO, nato il 15/05/1993
  • BEATRICE CAPARROTTA, nata il 12/04/1990

 

il giorno 24/07/2017 alle ore 14.00 sono convocati i seguenti candidati:

 

  • FRANCESCA SANTORO, nata il 02/08/1992
  • FRANCESCA ROTA, nata il 27/04/1994
  • IRENE BRUSA, nata il 06/02/1991
  • ANNA MCALLISTER, nata il 08/01/1991

 

il giorno 27/07/2017 alle ore 14.00 sono convocati i seguenti candidati:

 

  • VALERIA COMEGNA, nata il 27/03/1991
  • FRANCESCA LUZZU, nata il 17/11/1994
  • ANTONIO LUCCHESE, nato il 19/11/1990
  • JESSICA  ROCCA, nata il 03/06/1989
  • SARA  ERCOLE, nata il 16/07/1990
  • PASQUALE PAGANO, nato il 25/10/1990
Pubblicato in DAI PROGETTI, NEWS

10 e 11 giugno – pePERUncino 2017

SITO2_PEPERUNCINO_ICONA

HOME

10 e 11 giugno pePERUncino 2017 #ilgustodiesseresolidale     

 

 Scopri tutte le piazze in Italia e scegli la tua piantina di peperuncino

 

peperuncinoposValle D’Aosta: Aosta 10 e 11  Place de Franchises / Cogne 10 e 11 Località Cretaz 116

peperuncinoposVeneto: Selvazzano Veneto 11

peperuncinoposPiemonte: Torino 10 Sansalvario a il Cuore Verde 9.00 -19.00/ Vercelli 11 Piazza Cigliano  12.00 – 19.00

peperuncinoposLombardia: Cinisello Balsamo 10 Piazzale Lagosta / Bressana Bottarone:Piazza Marconi- 8 / Gulliver – 10  / Piazza Giovanni XXIII/ Basiano 10 e 11 : Via Roma- 10/ Piazza San Gregorio- 11

peperuncinoposLiguria: Sanremo 10 e 11Via Matteotti/Sori 10: Area pedonale / Genova 10 e 11 : Via XX Settembre

peperuncinoposEmilia Romagna Ravenna: Festival delle culture Ravenna – 9 – 10 – 11 / Bologna: Parrocchia San Giacomo Maggiore 10 e 11/ Cesena: Corso Sozzi angolo Via vescovado – 10 e 11 dalle 8 alle 13

peperuncinoposMarche: Ancona Corso Carlo Alberto – 10 e 11/ Centro Commerciale ‘Le Ville’ Falconara Marittina – 10 e 11/ Tolentino Convento San Nicola da Tolentino 10 e 11/ Macerata Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù,Trodica di Morrovalle – 10/11

peperuncinoposUmbria: Cascia Monastero Santa Rita 10 e 11

peperuncinoposLazio: Roma  Basilica di Santa Maria del Popolo – 10 e11 / EATALY OSTIENSE – Piazzale 12 ottobre 1492 – 10 e 11/ Parrocchia Santa Rita Via Acquaroni, 71, 00133 10 e 11 / Viterbo Chiesa Santissima Trinità Piazza Trinità 8/ Trevignano Romano   Piazza del Molo 17 e 18 /  Fiuggi 10 e 11 / Alatri Piazza principale di Alatri 25 e 26 giugno/ Ostia Antica Parrocchia  Santa Aurea – Piazza della Rocca 13 – 10 e 11 dalle 8.30 alle 13.00
   
peperuncinoposCampania Benevento: Sagrato della Parrocchia (via Cristoforo Ricci) nei giorni 10 (solo pomeriggio) e 11 giugno (intera giornata)

peperuncinoposBasilicata Potenza: Avigliano nella frazione di Lagopesole – 11

peperuncinoposPuglia: Bari via Argiro 10 e 11/ Cassano delle Murge Santuario Santa Maria Degli Angeli – Piazzale de Consolibus e Cimbrone 10 e 11/

peperuncinoposSicilia: Palermo Centro Commerciale Forum 10 e 11/ Acireale Piazza del duomo 10 e 11

peperuncinoposSardegna: Cagliari 10 e 11  Chiesa Sant’Agostino – Via Lodovico Baylle, 80

 

Vogliamo ringraziare di cuore tutti i volontari impegnati nei banchetti di piazza, tutti i volontari e donatori dal nord al sud Italia che hanno aderito  all’iniziativa con una promozione privata. Ringraziamo ENEA CASACCIA e il MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO per aver deciso di accogliere nuovamente la quinta edizione di pePERUncino

 
 

 #ilgustodiesseresolidale

Pubblicato in NEWS, Senza categoria

Ordina la tua piantina di peperoncino

SITO_PEPERUNCINO_ICONA

HOME_2


Dal 21 al 28 giugno

 

Hai ancora tempo per ordinare la tua piantina di peperoncino per difendere il diritto alle cure in Perù

La tua donazione arriverà a 4000 metri

 

Anche tu puoi acquistare, a fronte di un contributo di 13 euro, una piantina di peperoncino Lingua di Fuoco

 

Riceverai direttamente a casa la tua piantina (senza costi aggiuntivi)

 

#ilgustodiesseresolidale

 

Ordina la tua piantina di peperoncino

  • Prezzo: 13,00 € Quantità:
    Le piantine di peperoncino che riceverai sono della qualità Lingua di Fuoco anche detta Fiammella rossa L’ideale è annaffiarle una volta al giorno, la sera, senza bagnare le foglie, tenendole in luoghi dove non ci sia sole a picco per tutto il giorno. Caratteristiche: Vasetto 13 cm, altezza 35 cm circa max 60 cm Commestibile, ideale per un piatto di pasta aglio, olio e ...pePERUncino
  • 0,00 €
  • Informazioni anagrafiche e di contatto

  • Informativa ai sensi dell'art. 13, d. lgs 196/2003. I tuoi dati sono trattati da Associazione Apurimac ONLUS – titolare del trattamento – Via Paolo VI, 25 – 00193 ROMA, per la gestione della Sua donazione ed operazioni a ciò strumentali, nonché per informare su iniziative, attività e progetti realizzati anche grazie al contributo erogato, per l'invio della rivista riservata ai sostenitori e, ove richiesto, della e-newsletter. I tuoi dati saranno trattati, se lo desideri, per proprie attività promozionali eseguite via e-mail, Sms, telefonate su numero fisso e cellulare, Mms, oltre che per posta cartacea.I dati saranno trattati, manualmente ed elettronicamente con metodologie di analisi statistica, esclusivamente dalla nostra associazione e dai responsabili preposti a servizi connessi a quanto sopra; non saranno comunicati né diffusi né trasferiti all’estero e saranno sottoposti a idonee procedure di sicurezza. I Suoi dati sono trattati per i predetti fini dai soggetti incaricati all’elaborazione dati e sistemi informativi, alla gestione dei rapporti con i sostenitori ed i servizi connessi (es.: incassi, amministrazione), alla realizzazione di messaggi informativi, agli organizzatori di campagne di raccolta fondi. Ai sensi dell’art. 7, D. Lgs.196/2003, potrai esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, cancellare i dati od opporti al loro trattamento per fini di invio di materiale informativo, anche limitatamente a uno o più strumenti di contatto (es.: via e-mail e/o Sms), rivolgendoti al titolare al suddetto indirizzo o all’e-mail info@apurimac.it presso cui è disponibile, a richiesta, elenco aggiornato e completo dei responsabili del trattamento.
Pubblicato in NEWS, Senza categoria

In servizio civile con Apurimac

icona servizio civile

Servizio Civile_con_Apurimac

In data 24 maggio è stato pubblicato il Bando 2017 per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile in Italia e all’estero.
Scadenza: 26/06/2017 – Ore 14:00

 

Se sei una ragazza o un ragazzo tra i 18 e i 29 anni non compiuti alla data di presentazione della domanda (anche se hai assolto gli obblighi di leva) puoi svolgere il Servizio Civile Volontario.

 

Come soci FOCSIV interpretiamo il servizio civile come un’esperienza concreta nella solidarietà internazionale che ha l’obiettivo di stimolare un senso di cittadinanza attiva nei giovani volontari. Questo è lo spirito che si desidera rimanga alla base dell’impegno anche di chi, successivamente, lavorerà nel settore della cooperazione internazionale, in Italia o all’estero.

 

Cerchiamo:

 

    • 4 volontari per il nostro progetto in Italia. Di seguito la scheda sintetica: 

 

 

    • 2 volontari per il nostro progetto in Perù. Di seguito la scheda sintetica:

 

 

Scopri come candidarsi scaricando questa scheda: 
Come Candidarsi Servizio Civile 2017

 

Allegati da inviare insieme alla documentazione richiesta:

 

 

Nella pagina www.serviziocivile.gov.it/menusx/bandi/selezione-volontari/bandoord2017/ è possibile approfondire tutte le schede progetto e scaricare la modulistica da utilizzare per inviare la propria candindatura

 

Nota bene: È possibile candidarsi ad un solo progetto.

 

Pubblicato in NEWS, Senza categoria

Diventa volontario pePERUncino 2017

peperuncino 2017_di copertina

BANNER SITO

 

DIVENTA VOLONTARIO pePERUncino 2017
Il 10 e l’11 Giugno scendi in piazza e contribuisci alla difesa di un diritto fondamentale: IL DIRITTO ALLE CURE
Con pePERUncino, da oltre 5 anni, raccogliamo fondi a sostegno del programma socio – sanitario che realizziamo nella regione andina
dell’ Apurimac in Perù. La nostra clinica mobile e i nostri dottori ogni anno riescono a raggiungere i villaggi più isolati e a curare circa 6000 persone, che a causa dell’isolamento geografico non possono accedere ad ospedali e cliniche.

Nel 2016 sono scesi in piazza 400 volontari.
Abbiamo distribuito 6.000 piantine e raccolto circa 40.000 euro.
Diventa volontario pePERUncino e fai arrivare la solidarietà a 4000 metri. Puoi farlo in due modi:
1) Organizza il tuo banchetto pePERUncino 2017. Trova il posto adatto nella tua città, coinvolgi i tuoi amici. Penseremo noi a spedirti le piantine e tutto il necessario. Sarà un week end diverso e divertente all’insegna della solidarietà!

2) Supportaci nei nostri banchetti. Siamo in tutta Italia. Scopri il banchetto più vicino a casa tua. Sarà un modo per conoscere nuove persone e dedicare un pò del tuo tempo al Perù! 
bottone_peperuncino_2017_b
COMPILA IL FORM QUI SOTTO:

 

Diventa volontario pePERUncino 2017

 

base_peperuncino_b_c

Pubblicato in NEWS

Campagne sanitarie 2017

immagine in anteprima

 

Unità mobile

La nostra Unità Mobile è pronta per le Campagne Sanitarie itineranti del 2017. Di seguito pubblichiamo le prime tre campagne e le località coinvolte:
 

  • APRILE 2017: 13 (partenza),14,15,16,17,18,19, 20 (rientro) – Distretto di Chuquibambilla, Provincia di Grau
  • MAGGIO 2017: 22 (partenza),23,24,25,26,27,28, 29 (rientro) – Distretto di Curauasi, Provincia di Abancay
  • AGOSTO 2017: 15 (partenza), 16,17,18,19,20,21, 22 (rientro) – Huanipaca, Provincia di Abancay
  •  

Volontari in partenza aprile 2017:
 

Simone Pintimalli – medico  neolauretao

Vittoria Tani – Biotecnologo medico

 

Approfondisci il progetto cliccando qui : SCHEDA PROGETTO

 

Per info sul progetto potete contattarci alla mail progetti@apurimac.it

 

 

Pubblicato in DAI PROGETTI, NEWS

Corri con Apurimac Onlus

borntoruninevidenzabis
Pubblicato in NEWS, Senza categoria

Dona ora per la casa del volontario – Perù

casadelvolontario

casadelvolontariopostsito

La vera forza di Apurimac sono i volontari che, come voi, ci sostengono instancabilmente. Medici, infermieri, uomini e donne impegnati nella difesa del diritto alle cure. Un diritto che dovrebbe essere garantito a tutti e dovunque. A 4000 metri di altezza molti non hanno la possibilità di curarsi a causa dell’isolamento geografico. In molti casi raggiungere il primo ospedale significa percorrere 12 ore di strada o giorni di cammino. La Casa di Cusco accoglie sia volontari che pazienti in condizioni critiche, i quali, individuati dai nostri operatori, sono sottoposti a visite specialistiche ed interventi.

 
INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE PREVISTI NEL 2017

 

• Copertura del patio esterno per evitare che il sole danneggi l’unità mobile

(camion-ambulanza) e gli altri veicoli

• Riparazione di alcune pavimentazioni interne

• Tinteggiatura pareti interne ed esterne ed intonaci

• Lavori elettrici sulle utenze acqua e luce

 
OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE 7.000 euro = 25.000 NUEVO SOL PERUVIANO

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in NEWS