Perù
Salute e Telemedicina sulle Ande della Regione Apurimac, Perù – AID 011.479                                                         
Tipologia
Diritto alla Salute
Località
Abancay, Tambobamba, villaggi rurali della regione dell'Apurimac. Cusco sede operativa
Importo totale
1.675.078,80 euro
Previous Image
Next Image

info heading

info content

Obiettivo
Il progetto intende migliorare il livello di salute degli Apurimeni, riducendo le percentuali di incidenza di malattie e decessi nell’area, attraverso la diffusione di una corretta cultura della salute e della prevenzione presso le comunità; l’aumento dell’accesso ai servizi di assistenza da parte delle fasce più deboli della popolazione; il potenziamento delle competenze degli operatori sanitari locali; il rafforzamento dei sistemi sanitari decentralizzati e i sistemi di riferimento nazionale; l’introduzione della Telemedicina nella Regione.
 
Descrizione Progetto

 

Beneficiari diretti: 21.500 persone tra: pazienti e residenti delle comunità coinvolte; utenti dei centri periferici di salute e della Telemedicina; Agenti Comunitari di Salute; Operatori Sanitari; Dirigenti Sanitari; Giornalisti e operatori della comunicazione, fruitori delle ricerche e dell’aggiornamento del Syllabus accademico alle nuove frontiere dell’ICT.

Beneficiari indiretti: 460.868 apurimeni [dato al 31/06/2016 INEI] abitanti della Regione Apurimac.

 

Nella regione dell’Apurimac oggi

L’Apurimac è una regione sud orientale del Perù la cui morfologia del territorio è particolarmente impervia. Attraversata dalle Ande, ha una varietà di climi e di altitudini dai 1500 ai 4500 metri s.l.d.m. e si compone in maggioranza di centri popolati rurali (3.551 centri popolati di cui 3.424 rurali) collegati da strade sterrate e sentieri. Il Sistema Sanitario Nazionale è inadeguato rispetto alle esigenze della popolazione più vulnerabile.

 

OBIETTIVO GENERALE: contribuire ad assicurare la salute per tutti gli Apurimeñi di tutte le età

 

OBIETTIVI SPECIFICI: migliorare il livello di salute delle popolazioni Apurimeñe

 

ATTIVITÀ

 

Formazione degli Agenti Comunitari di Salute in primo soccorso ed altri temi; Laboratori di educazione sanitaria comunitaria; Campagna di prevenzione nelle comunità target;  Realizzazione di laboratori di comunicazione e salute per giornalisti e operatori della comunicazione; Corsi di formazione e aggiornamento per Operatori sanitari locali Potenziamento dei Centri periferici di salute attraverso la fornitura di equipaggiamenti e strumentazioni sanitarie; Rafforzamento dei sistemi di riferimento: Piattaforma di coordinamento dei livelli Nazionale, Regionale e Provinciale;

 

Realizzazione di 15 Campagne Sanitarie Itineranti; Realizzazione di missioni di monitoraggio e controllo dei casi sanitari critici;

 

Creazione di due centri di Teleconsulto della Rete di Telesalute Nazionale: Teleconsulenza, Telegestione, Teleformazione: uno nell’ospedale nella Capitale Regionale Abancay e uno nell’ospedale Provinciale di Tambobamba; Creazione di tre centri di Teleconsulto multidisciplinare della Global Health Telemedicine – Piattaforma di Telemedicina Internazionale di “Seconda Opinione” Corsi di formazione e aggiornamento in Telemedicina per Operatori sanitari  Ricerca di valutazione dell’impatto della Telemedicina nella Regione Apurimac

 

 

RISULTATI

 

Diffusa corretta cultura della salute e di prevenzione presso le comunità rurali; Migliorata qualità, efficienza ed efficacia dei Centri Sanitari Periferici; Potenziati i sistemi sanitari di riferimento attraverso la Telemedicina

 

CONTROPARTE LOCALE

Direzione Regionale di Salute Apurimac – DIRESA

 

PARTNER

Centro Salute Globale – AOU Meyer, Regione Toscana – CSG

Global Health Telemedicine onlus – GHT

Collegio Medico del Perù – Consiglio Regionale XXII Apurimac – CMP Apurimac

Università Tecnologica di los Andes, Perù – UTEA

Cooperativa di Risparmio e Credito Los Andes – Cotarusi Aymaraes, Perù – C.A.C. Los Andes

 

Data inizio
01/04/2018
Data fine
31/03/2021


Finanziatori
«Progetto finanziato dalla Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo» Sostenuto anche da Donatori privati
Pubblicato in