DONA ORA

Una Giornata Nel Nostro Spazio Infanzia Santa Rita

“Tanta voglia di crescere per poi accorgersi che rimanere bambini è la cosa più bella che ci sia”

(Peter Pan)

 

Tra coccole, abbracci, baci rassicuranti e non poche lacrime alle otto e trenta salutiamo le mamme e iniziamo la giornata, esplorando le proposte educative che noi educatrici prepariamo quotidianamente per accogliere e gestire al meglio questo momento di separazione così delicato per i bambini, alcuni dei quali si trovano per la prima volta a frequentare un luogo diverso dalla propria casa.

 

Ad attenderli c’è uno spazio a misura di bambino dove possono imparare a riconoscere i loro sentimenti con la scatola delle emozioni, scegliere i loro giochi preferiti riposti nei tanti cassetti colorati, accudire e cucinare ottime torte per il conteso Cicciobello e quando sono stanchi riposarsi su un grande tappeto blu, abbracciando morbidi peluche o sfogliando dei libri molto interessanti.

 

Ed ecco allora che entra in gioco lo scaffale dell’autonomia dove i bambini possono trovare soffici fazzoletti per asciugare i loro grandi goccioloni, proprio come quelli che si fermano sulla nostra finestra, quando dal binocolo Pinguino si vedono tante nuvole grigie nel cielo osservabili dalla nostra piccola postazione meteo. Abbiamo anche una postazione meteo a misura di bambino!

 

Il tempo, oltre che meteorologico è anche quello della routine giornaliera che scandisce i diversi momenti delle nostre mattinate: il gioco simbolico, il riordino cantato, le pratiche di igiene, il momento della merenda accompagnato dalla lettura di fiabe rassicuranti, le tante proposte didattiche da colorare, dipingere e modellare per conoscere le lettere dell’alfabeto e i primi numeri.

 

Sono tante le cose che sanno fare i bambini e le bambine, se lasciati liberi di esplorare il loro ambiente ludico. Sono in grado, attraverso le loro proposte e richieste, di coinvolgere anche noi educatrici nel loro percorso di sviluppo, aiutandoci a elaborare la programmazione educativa a partire dai bisogni individuali e specifici che ogni bambino porta con sé.

 

Riconoscere le loro competenze significa riconoscerli come soggetti attivi e soprattutto come portatori di diritti, la cui pedagogia è la linea guida nell’approccio educativo che adottiamo ogni giorno nel nostro Spazio Infanzia.

 

Roberta Minguzzi

Coordinatrice Spazio Infanzia

Santa Rita

Pubblicato in DAI PROGETTI